Mostra convegno per la presentazione del libro La terra che non C’era

la terra che non ceraIn un progetto di valorizzazione della memoria storica della nostra città e con l’intenzione di creare legami più stretti tra la storia del nostro territorio e le nuove generazioni l’Associazione “TOR TRE PONTI” ha  voluto creare una serie di eventi culturali che si svolgeranno nel mese di maggio presso i saloni parrocchiali della chiesa di San Giuseppe Lavoratore. Il primo evento che si terrà sabato 7 maggio sarà una mostra convegno sul territorio pontino che vedrà protagonista il libro di Giulio Alfieri “La terra che non c’era”.

A fare da contorno alla presentazione del libro ci sarà l’intervento di Piergiulio Subiaco che terrà una lezione sullo sviluppo del nostro territorio dalla preistoria ad oggi, seguirà l’intervento di Giulio Alfieri che ci descriverà il suo libro e l’epopea dei migranti giunti in Agro pontino.

La giornata prosegue con il documentario girato dalla nostra Associazione “la Palude, la memoria”, documentario questo che vede protagonisti alcuni dei pionieri dell’Agro Pontino. (purtroppo dalla realizzazione del documentario molti sono venuti a mancare)

Ultimo ma non ultimo come intervento è quello dell’Assistente sociale Aurora Righetti che spiegherà l’importanza del rapporto tra nonni e bambini e di conseguenza l’importanza della storia nel nostro territorio.

A fare da cornice a questa manifestazione ci sarà una mostra fotografica e oggettistica a cura dell’associazione “Tor Tre Ponti” e l’Associazione “Olim Caetani” che porterà in mostra parte della collzione dell’Avvocato Cesare Bruni.  L’evento è fissato per sabato 7 maggio 2016 alle ore 15.45 presso il salone parrocchiale di Latina Scalo. Vi aspettiamo numerosi ed inoltre invitiamo chiunque lo desiderasse a farsi promotore dell’evento nel proprio borgo e nella propria zona.

Un grazie particolare a Don Giuseppe De Nardis per l’ospitalità

Per qualsiasi info Emanuele Bonaldo 3283016028

copertina-la-terra-che-non-cera

 

Precedente Inviati dell’ANSA per un giorno La generazione Erasmus racconta l’Europa Successivo Mappatura delle strutture pubbliche di Latina. Un passo importante per formazione e sicurezza